Hai dimenticato la tua password?

Aiuto!

 
X-Files - Fight the Future (1998)
 
Nell'estate del 1998 esce negli U.S.A. (in Italia bisognerà aspettare l'ottobre successivo) il tanto atteso primo film tratto dalla serie.  Il titolo originale del film viene preso da una delle battute finali presenti nella pellicola.
 
...one man alone cannot fight the future...

Conrad Strughold
 
Fight the Future segna il debutto di Mulder e Scully sul grande schermo e fornisce  una ghiotta opportunità ai creatori della serie: portare al cinema una delle loro storie sfruttando al massimo i potenti mezzi che una produzione cinematografica può mettere loro a disposizione.  

Il film è stato scritto da Chris Carter e Frank Spotnitz e diretto da Rob Bowman.
Fight The Future - Dallas

L'esplosione a Dallas

L’idea di Chris Carter era quella di scrivere una storia che potesse soddisfare i fan più accaniti della serie, seminando qualche nuovo indizio sui grandi interrogativi mitologici sui quali i fan si interrogavano da anni. Allo stesso tempo però, il film avrebbe dovuto “camminare con le proprie gambe” e permettere a chi era digiuno di alieni e cospirazioni di seguire la trama in modo agevole. L’intento, neanche troppo nascosto, era quello di raccogliere nuovi fan, portarli dalla poltrona del cinema a quella davanti alla televisione ed accrescere ulteriormente la fama di X-Files.
Sebbene gli eventi narrati nel film accadono, da un punto di vista cronologico, tra la quinta e la sesta stagione, la maggior parte del film è stata girata, in realtà, tra la quarta e la quinta stagione dello show.
La storia è stata concepita come il proseguimento del finale della quinta stagione The End e l'apertura della sesta stagione con The beginning parte proprio da dove termina il film.

Oltre a Mulder, Scully, Skinner e l'Uomo che Fuma il film vede l'apparizione di alcuni attori di grande rilievo che interpretano alcuni personaggi che appaiono solo sul grande schermo.
Martin Landau, già protagonista della serie Spazio 1999, interpreta qui lo strampalato Dott. Alvin Kurtzweil, ginecologo scrittore ed amico del padre di Mulder, che mette l’agente dell’FBI sulla pista giusta per indagare sull’esplosione di Dallas e trovare così la verità sulla cospirazione governativa.
C’è poi Armin Mueller-Stahl nei panni di Conrad Strughold (personaggio che verrà però menzionato nel futuro della serie) come uno dei membri più potenti del Consorzio, parte attiva nella cospirazione, che decide del destino di Mulder e Scully dando ordini all’Uomo che Fuma.
Nel ruolo del Vicedirettore Jana Cassidy, troviamo Blythe Danner, che interroga gli agenti Mulder e Scully sul loro reale coinvolgimento nell’esplosione di Dallas e decide, con il resto della commissione dell’FBI, di riassegnare i due agenti ad altri incarichi piuttosto che agli X-Files.

Fight The Future - Il bacio

Mulder e Scully nella scena del corridoio

Nel film possiamo vedere anche l’ultima apparizione di John Neville nei panni dell’Uomo Distinto. In questo caso il membro del Consorzio aiuta Mulder a trovare e salvare Scully, dopo che è stata contagiata da un virus e rapita, e per questo viene duramente punito dagli altri membri.

Gli agenti Jeffrey Spender e Diana Fowley, così come Gibson Praise, personaggi chiave nella stagione appena terminata e delle stagioni seguenti, non compaiono nel film.

Gillian Anderson e David Duchovny per nulla intimoriti dal passaggio dalla tv al cinema, si muovono completamente a loro agio negli ampi spazi all'interno del film, e portano i loro personaggi sul grande schermo mantenendone l'aspetto e la caratterizzazione che hanno fatto il successo della serie in televisione. Mulder e Scully indagano, discutono di alieni e cospirazioni, e si punzecchiano come sempre. A detta dello stesso Carter, questo film segna un punto di svolta, di non ritorno, per la relazione sentimentale tra Mulder e Scully. Per la prima volta dall'inizio dello show, Chris Carter acconsente ed inserisce nella storia un bacio tra i due, ovviamente tutto nello stile di X-Files, con l'ape assassina di turno che rovina la scena romantica e fa "imprecare" i fan accorsi al cinema.
 
Lui abbassa lo sguardo su di lei che ricambia, in silenzio, con gli occhi azzurri che sembrano scuri nella penombra. Scully si scosta appena, senza smettere di guardarlo, con uno sguardo triste, ma pieno di stima.
Le mani di Mulder le sfiorano leggere le braccia, mentre lei si alza sulle punte dei piedi per baciarlo sulla fronte. Lui non si sposta.
I loro occhi s’incontrano e si uniscono. Si sprigiona un turbamento improvviso e inspiegabile.
Poi lui serra le mani sulla donna e tenendo la testa china, la tira a sé, le sfiora con la punta delle dita il lungo collo sotto la massa dei capelli ramati, poi la sua guancia.
Lei esita solo un istante, ma presto si abbandona: sente le labbra di Mulder sfiorare le sue.
E poi…ZAC! L’ape insolente punge Scully e il bacio è rimandato.

Brano tratto dal libro "The X-Files Il film" di Elisabeth Hand
 
Insieme al film, vengono rilasciati due cd musicali che rappresentano rispettivamente le musiche originali create da Mark Snow per il film e la colonna sonora. Quest’ultima vanta la presenza di brani di Mike Oldfield, Bjork, Noel Gallagher, The Dust Brothers e i Foo Fighters. Da segnalare la presenza in questo cd, di una ghost track nella quale è possibile ascoltare la voce di Chris Carter che narra la nascita della cospirazione.

Fight the Future ha goduto di un forte lancio pubblicitario soprattutto negli Stati Uniti ed ha ricevuto recensioni per lo più positive. Gli incassi del film si aggirano intorno ai 190 milioni di dollari.
Fight the Future - Nave spaziale in Antartide
 
X-Files: Storia della serie