Hai dimenticato la tua password?

Aiuto!

 
Mitologia di X-Files

"Threads of the Mythology" è il titolo di un video documentario disponibile all'interno della collana di DVD "X-Files Mythology" uscita esclusivamente per il mercato USA (in Italia è stato inserito nel box "The Complete Collector’s Edition" solo alcuni anni dopo). Nel documentario viene raccontata la nascita, lo sviluppo e la realizzazione della mitologia di X-Files. Attraverso testimonianze dirette degli autori o del personale della troupe che ha lavorato alla serie nel corso degli anni, l'intricata mitologia che ha unito per nove stagioni le avventure di Mulder e Scully, viene finalmente spiegata ufficialmente al grande pubblico.

Sul nostro sito non poteva mancare la traduzione di questo imperdibile video. Così come nel documentario vero e proprio, anche la traduzione è stata divisa in quattro parti, ognuna delle quali riguarda uno specifico ramo della mitologia: Rapimenti, Olio Nero, Colonizzazione e Super Soldati.

NOTE SULLA TRADUZIONE In italiano raramente abbiamo sentito parlare di "Olio Nero", ma piuttosto di "Cancro Nero". In questo documento abbiamo tuttavia deciso di utilizzare la prima espressione, al fine di mantenere una traduzione il più fedele possibile all'originale.

Quando hai finito di leggere non dimenticarti di guardare il nostro video omaggio alla mitologia di X-Files!

 
Olio Nero

Chris Carter - Creatore/Produttore Esecutivo
Potete guardare la terza stagione e dire, sotto ogni punto di vista, che fosse divertente e di qualità. La maggior parte di questo ha a che fare con quanto duramente hanno lavorato Frank Spotnitz ed Howard Gordon. Abbiamo avuto anche Darin Morgan nella serie. Abbiamo mostrato l'ampiezza delle storie che potevamo raccontare e quanto fossero incredibili i nostri attori. Era una serie che stava crescendo, e a quel punto abbiamo capito cosa poteva essere e anche cosa potesse diventare. Penso che a quel punto sia diventata una serie completa. Questo è il motivo per cui la terza stagione, per me, è la migliore stagione di tutte.


Apocrypha Agosto 1945 - L’Olio Nero colpisce un sottomarino degli Stati Uniti
Un B29, che stava trasportando un ordigno nucleare, ed una squadra di supporto di Mustang P51 precipitano nell'oceano dopo un incontro con un UFO. Un sottomarino degli Stati Uniti viene inviato per localizzare i velivoli.


John Shiban - Produttore Esecutivo/Autore
L’olio nero è una creatura aliena che invade il tuo corpo attraverso i tuoi occhi, il tuo naso o la tua bocca. Rileva te stesso e ti controlla, e quando ha finito con te, prosegue nel suo scopo.

Howard Gordon - Produttore Esecutivo
Il trucco era sempre di trovare queste rappresentazioni grafiche di possesso, dell'essere posseduti, essere rapiti o essere chi non sei.

John Shiban
In seguito, nella serie, scopriamo che è un fossile primitivo che è stato trovato anche nei meteoriti che sono caduti sulla Terra.


35,000 B.C. - L’Olio Nero colpisce
Durante l'era glaciale, due ominidi vengono attaccati da un alieno e uno viene infettato con il virus dell'olio nero.


David Gauthier - Supervisore agli effetti speciali
Ovviamente, non potevamo mettere davvero l'olio negli occhi quindi abbiamo dovuto trovare un qualche tipo di ripresa composita che Mat - Mat Beck all'epoca si occupava degli effetti speciali - avrebbe potuto utilizzare per riversala poi nelle persone, sugli occhi delle persone.

Mat Beck - Supervisore degli effetti speciali
Lo abbiamo messo in digitale sulla superficie della cornea e lo abbiamo davvero fatto muovere in quel modo - sapete la sensazione di avere delle macchie negli occhi, il modo in cui si muovono, si fermano e si spostano. In realtà abbiamo creato un olio misto a colla che si spostava in quel modo, quindi quando lui o lei sbattevano le palpebre, l'olio avrebbe seguito quel movimento e poi avrebbe continuato, con un rallentamento, come se fosse stato realmente liquido e veramente un fluido.

David Gauthier
Abbiamo fatto centinaia di test per trovare i due tipi di liquidi che potevamo mettere insieme e che Mat avrebbe potuto sovrapporre negli occhi delle persone. Mi ricordo che abbiamo mescolato un olio nero con acetone, credo, che dava la migliore consistenza e l'abbiamo fatto muovere, ondeggiare diverse centinaia di volte, fino a che Mat ha pensato che ne avessimo avuto abbastanza (ride) e lo ha portato via.Quando l'ho visto la volta successiva era negli occhi di qualcuno nella serie.

John Shiban
Mentre la mitologia cresceva, l’olio nero cresceva con essa. L’olio nero, se giace in te, può dare luogo ad una gestazione, come si vede nel film. In seguito, sempre come nel film, attraverso la gestazione può dare vita ad un alieno. I cospiratori, gli Anziani, essenzialmente provano a sviluppare un vaccino per fermarlo. Alcuni di loro lo fanno. Così hanno fatto i russi in Tunguska e Terma. Stavano lavorando al loro vaccino per tentare di fermare questo olio invasivo. Gli alieni senza volto - la ragione per cui si sono sfigurati è per evitare che l’olio entri nei loro corpi - sono fondamentalmente i cacciatori di taglie alieni. L'idea era che questo olio nero si stesse estendendo nell'intero universo soggiogando tutte le razze, inclusi gli esseri umani, per governare l'universo stesso.


Piper Maru Ottobre 1995 - Piper Maru
Quando una nave di salvataggio francese invia una squadra di subacquei per recuperare un misterioso rottame della Seconda Guerra Mondiale, la squadra rimane vittima di una strana malattia e gli Agenti Mulder e Scully si uniscono alle indagini.


Frank Spotnitz - Produttore Esecutivo
C'è un episodio diviso in due parti intitolate Piper Maru e Apocrypha. Ero andato ad una convention a Minneapolis, una convention di X-Files, ed un fan mi ha fatto delle domande riguardo l'effetto che la morte della sorella di Scully avesse avuto su di lei. Mi sono accorto che non avevamo ancora trattato questo argomento. Quindi, letteralmente sul volo di ritorno, nel tempo che l'aereo ci ha messo per arrivare a Los Angeles, ho scritto quasi tutta la storia. È stato probabilmente la cosa più veloce mai accaduta nella serie. Era una sorta di richiesta dei personaggi, di occuparsi del bagaglio emotivo che si stavano portando dietro.

Rob Maier - Caposquadra Costruttori
Una squadra di sub è in acqua per cercare uno specifico Mustang P51 e stanno esaminando la fusoliera del velivolo. Leggono il numero seriale sull'aeroplano e poi risalgono fino alla cabina di pilotaggio. All'improvviso salta fuori il pilota ed è contro il vetro.

E quello ero io. Ho detto a Rob [Bowman]: 'Ehi, penso di poterlo fare. Posso farlo, sembra fico.' E lui ha detto: 'Beh, non so. Dobbiamo parlarne con Chris.' Ha parlato con Chris e Chris ha detto di sì, e poi sono arrivati entrambi un [incomprensibile] giorno ed hanno detto, 'Sai, dovrai tagliarti i capelli'. Prima di allora avevo i capelli abbastanza lunghi, e ho detto, 'Va bene. Non importa. Lo farò'.

Piper Maru David Gauthier
Non so quante ore abbiamo passato insieme ad essere d'accordo, in disaccordo o a rifare tutto. Mentre lui gli dava forma, io avrei voluto bruciarlo o distruggerlo, ci sono volute molte ore per mettere insieme qualsiasi cosa che Chris volesse mettere insieme, quindi è stato bello vederlo sullo schermo con l'olio nero negli occhi, una sorta di chiusura del cerchio per me.

John Shiban
Il mio momento preferito dell'olio nero è ancora, nonostante tutti gli anni di olio nero, in Piper Maru. Krycek va nel bagno degli uomini all'aeroporto, guarda in basso, vede un paio di scarpe da donna, alza lo sguardo e c'è la signora, credo che il suo nome fosse Signora Gauthier, che è stata infettata dall'olio. L'olio esce da lei ed entra in lui. È proprio una scena grandiosa e Nick Lea è stato incredibile.

Rob Bowman - Regista/Produttore
Quindi Krycek esce. C'era scritto, 'mentre escono dall'inquadratura' o qualcosa del genere, ma era difficile da fare visto che l'olio si vede solo negli occhi, in questa piccola zona dove noi facciamo vedere che è visibile. Ricordo che ho chiamato Chris o Frank e gli ho detto, 'Penso di aver bisogno di girarlo in modo diverso. Mi piacerebbe che l'ultima immagine dell'episodio fosse un'unica buona inquadratura che aiuta a vedere l'olio. Quello che voglio fare è avere Krycek che arriva vicino all'obbiettivo e poi andare a nero.'

Penso che il giorno dopo abbiano visto i giornalieri ed abbiano capito. Quando guardo la ripresa penso che ci fosse un solo modo per farlo, quando invece ero sul set pensavo, 'Come diavolo posso fare per realizzare la fine di questo episodio?'.


Novembre 1995 - Apocrypha
L'Uomo che Fuma prende Krycek in custodia mentre è infettato dall'olio nero. Viene permesso all'entità di tornare al suo UFO, nascosto in un silo abbandonato. Krycek sopravvive, ma rimane chiuso all'interno del silo.


Kim Manners - Produttore Esecutivo/Regista
C'era questo silo enorme ed avevamo il povero Nick Lea sulla sua sommità, in ginocchio, ed indossava questa faccia di gomma e questi tubi e tutto quell'olio che colava dalla sua faccia ed ho pensato, 'Bene, sono finito, non ci può essere niente più difficile di questo'. Ma c'era. (ride)

Toby Lindala - Truccatore per gli effetti speciali
Aveva una maschera, una versione della sua faccia sopra la sua vera faccia, con tutti questi tubi che la attraversavano. Gli occhi erano fuori dalla maschera e si riempivano di questo olio nero mentre colava verso la nave spaziale, come per fuggire.

Brett Dowler - Regista Seconda Unità
Un paio di volte la pressione era eccessiva e Krycek faceva questo movimento (si piega in avanti) quando l'addetto agli effetti speciali spingeva lo stantuffo, e allora il tipo si innervosiva e l'olio schizzava fuori a tutta forza e tutti quanti scoppiavano a ridere commentando "Questo non è il tipo di effetto che vorrebbe Chris."

Kim Manners
Poi abbiamo aggiunto il 1013 sulla porta e quello fu il mio primo contatto con i piccoli scherzi e segreti che Chris e Frank seminavano nella serie.


26 Novembre 1996 - Tunguska
Mulder e Krycek si recano a Tunguska e trovano un gulag. Mulder e diversi altri soggetti involontari vengono infettati con l'olio nero.


Frank Spotnitz
Tunguska e Terma riguardano ancora una volta il tentativo di trovare un'ambientazione grande e divertente nella quale raccontare le nostre storie. Volevamo ambientare una storia in un gulag e spingere l'idea che i russi stessero sperimentando separatamente da noi un vaccino per l'olio nero. Era una sorta di corsa agli armamenti.

John Shiban
Ci sembrava naturale che ci sarebbe stata una corsa invasione-aliena/trovare-la-cura tra noi e l'Unione Sovietica.

Frank Spotnitz
Avevamo Mulder in un gulag, avevamo gli uomini a cavallo, e lui e Krycek che irrompevano. Quindi c'era una specie di storia d'azione che volevamo realmente sviluppare.

Rob Bowman
Uno dei più grandi set che abbiamo costruito che faceva sembrare che fossimo in Russia, era la prigione. L'esterno della prigione. In realtà è Rangers Station nel mezzo di Stanley Park, che si trova vicino al centro di Vancouver. Ci abbiamo portato, penso, 50 o 60 carichi di autocarro di fango. Crei l'atmosfera dell'essere lontano, e metti un sottotitolo che dice 'Tunguska, Russia'. Siamo sicuri che non avete più ragioni di dubitare di quante ne avete per crederci. Avete i russi, avete i cavalli, avete la prigione, avete tutto. Quello che era nell'inquadratura e poteva guastare è stato rimosso.

Kim Manners
TunguskaAveva letto queste cose, ma in realtà David non aveva mai capito che quello non sarebbe stato il momento più confortevole della sua carriera d'attore finché non è stato sul luogo. Una volta che ha realizzato quello in cui stava per essere coinvolto, penso che lo abbia definito come ‘camminare sul ghiaccio sottile’. È stato duro.

John Shiban
Nello stile di X-Files, siamo partiti con l'applicare l'idea per quel singolo episodio mitologico fino ad arrivare alla mitologia stessa, a tutti i pezzi che potevamo prendere, e ai personaggi che potevamo coinvolgere. Questo è il motivo per cui Krycek è perfetto. Oh, Krycek è un nome russo, bene, è per caso o per un felice incidente? Ad essere onesti, è per un felice incidente.

Ho sempre amato Krycek. Nuota nelle acque scure e qualche volta nuota controcorrente, non puoi mai fidarti veramente di lui, ma ti piace un tipo come quello.

Lynne Carrow - Casting
In effetti volevano ingaggiare un attore locale. Avevamo visionato molti attori venuti da tutto il Canada, ma c'era un attore di cui a loro piaceva l'aspetto, Nicholas Lea.

Chris Carter
Nessuno sapeva quanto sarebbe stato importante questo personaggio, quindi in realtà, parte integrante dell'accollarsi il ruolo preso da Nick Lea, era interpretare la parte ed essere alla fine un personaggio interessante, in contrasto con Mulder e Scully, una persona che fa sempre il doppio gioco.

Frank Spotnitz
Non penso che abbiamo mai progettato di farlo durare così a lungo, come in realtà è stato, ma non potevamo voltargli le spalle e quindi trovavamo il modo per farlo tornare. Era veramente il gatto con sette vite, visto che avrebbe dovuto morire più di una volta. Avrebbe dovuto essere vittima di un'esplosione, è stato infettato con l'olio nero, gli hanno tagliato un braccio… ma ha continuato a tornare.

John Shiban
Guardi indietro e vedi come quel personaggio è cambiato e cresciuto, ed è affascinante. Nick ha fatto un lavoro incredibile.

Uno dei piaceri, come autore, di far parte di X-Files, era che avevamo abbastanza strumenti con cui lavorare e c'erano molti personaggi ricorrenti che eravamo liberi di usare fin tanto che non danneggiavano l'avanzare della storia e della mitologia.
Herrenvolk
Frank Spotnitz
La funzione di narratore di un informatore era fondamentale per questi episodi mitologici. Quindi è stato introdotto il personaggio di X, interpretato da Steven Williams. Ma arriva un punto con un personaggio come questo in cui senti che hai finito la tua corsa, così dinamico com'era, che hai dato tutto quello che potevi. E quindi, con grande riluttanza, abbiamo ucciso X e abbiamo inserito un nuovo informatore. In modo memorabile, lui muore scrivendo le iniziali dell'incarico del nuovo informatore con il suo sangue, sul pavimento dell'appartamento di Mulder. È stato rimpiazzato da Marita Covarrubias e poi alla fine abbiamo estromesso anche lei dalla serie.

Paul Rabwin - Produttore
I personaggi secondari in questo tipo di episodi hanno avuto un ruolo molto importante nel rendere forte l'intera mitologia.

Helga Ungurait - Segretaria di edizione
Era forte con i Lone Gunmen perché erano una parte importante della storia, aiutavano sempre Mulder e portavano avanti la trama.

Tom Braidwood - 'Melvin Frohike'
Abbiamo sempre visto noi stessi e ci siamo sempre descritti come un canale di informazioni. Eravamo gli unici a vivere al confine e a sapere come venire in possesso delle informazioni, a sapere dove trovarle, o a sapere cosa fare per trovarle per aiutare Mulder e Scully nelle loro indagini.

Michael McKean - 'Morris Fletcher'
One BreathQuesti tre sono stati perfettamente selezionati. Dean, Bruce e Tom hanno interpretato i personaggi dando a ciascuno emozioni e reazioni credibili per il loro aspetto e per il modo in cui venivano rappresentati sullo schermo.

Tom Braidwood
Eravamo una sorta di portavoce, sotto la forma di spiegazione per il pubblico. Se non si capiva cosa stesse accadendo nella storia, quello era il nostro momento ed entravamo in scena. Alla fine si sono liberati di noi e sono andati avanti con il resto della serie. Avevamo fatto abbastanza. Abbiamo facilitato le ricerche di Mulder e Scully e abbiamo portato un senso di umorismo che i fan hanno fatto loro. A loro piaceva questo elemento.


23 Febbraio 1997 - Tempus Fugit
Il volo 549, con a bordo Max Fenig, precipita dopo un apparente incontro con un UFO. Mulder sospetta che Max sia stato rapito dagli alieni.


David Gauthier
Volevamo essere in grado di creare una turbolenza nella sua vera forma, e so che tutti siamo stati su alcuni voli che non vogliamo ricordare, dove stringevamo i denti perché l'aereo stava facendo quel tipo di cose che non pensavamo intendesse fare. Abbiamo pensato a soluzioni diverse ed abbiamo finito col creare un'unità idraulica che era essenzialmente un'altalena con alcuni movimenti laterali, ma l'abbiamo realizzata piuttosto rapidamente e siamo stati capaci di far oscillare quella cosa, e potevamo farla oscillare in modo separato.

Kim Manners
Abbiamo girato il rapimento a mezz'aria, ci sono voluti quattro giorni. Avevamo le camere a mano nella cabina, gli operatori dovevano indossare gli elmetti perché l'aeroplano si muoveva molto violentemente.

Helga Unguriat
Si muoveva così tanto che non riuscivamo a mantenere la messa a fuoco sul monitor. "Taglia! Taglia! Taglia! OK, devo scendere da questa cosa!" Quindi dovevamo scendere dall'aereo ed essere in grado di guardare i monitor senza vederli oscillare troppo. I cameramen erano formidabili perché avevano le camere a mano e dovevano tentare di tenersi in qualche modo, nel frattempo l'aereo oscillava e gli attori si muovevano, e la messa a fuoco se ne era andata, "Oh, Gesù, eccoci qua." È stato incredibile.

David Gauthier
In due ore, dodici persone sono rimaste ferite violentemente. Abbiamo dovuto cambiare almeno una dozzina di comparse.

Brett Dowler
MaxLa cosa più incredibile era l'effetto fisico del tirare qualcuno fuori dal finestrino. Quello è stato abbastanza difficile. Dovevamo calcolare l'angolo esatto per essere sicuri che quando tiravamo di colpo questa persona, questa poi non andasse a sbattere contro qualcun'altro, o contro un seggiolino, visto che venivano tirati via dai loro sedili. Quindi è stato tutto progettato con molta attenzione. Ho pensato a David Gauthier e Graham Murray, il modo in cui hanno lavorato insieme su questa coordinazione è stato fantastico.

Kim Manners
Penso che sia la scena di cui vado più orgoglioso. Di tutti gli X-Files che ho diretto, quella scena funzionava in modo incredibile.

Rob Bowman
La ricerca sul luogo dell'impatto è stata difficoltosa. È talmente catastrofico quello che accade in questi casi che ci è venuto in mente di incontrarci con un ragazzo della NTSB (National Transportation Safety Board) per farci dare tutti i dettagli. Graham voleva che sembrasse che avessimo ripreso accidentalmente il luogo di una catastrofe aerea, non voleva che assomigliasse ad un set.

Shirley Inget - Arredatrice
Ricordo la sezione della coda che abbiamo trovato da qualche parte nel Sud Carolina e che abbiamo trasportato fin lì.

Rob Bowman
C'erano bagagli, bambole e vestiti ovunque. Voglio dire, è un'esplosione. Se non fosse stato sugli alberi o ovunque, non sarebbe stato reale. Questo vecchio campo abbandonato è stato anche tinteggiato e bruciato. Ricordo che mi trovavo in volo sull'elicottero, mentre riprendevo, e siamo partiti un paio di miglia più indietro per arrivare sul luogo. Sembrava la ripresa di un telegiornale.

Brett Dowler
Probabilmente uno dei miei set singoli più grandi. Tra costruzioni, tinteggiature, piante, decorazioni del set, forse abbiamo creato dai 12 ai 16 ettari di set.
Tempus Fugit
Shirley Inget
C'era un pilota dell'Air Canada che era venuto a vedere. Aveva volato sulla rotta da Vancouver a Los Angeles sorvolando il set, e non poteva credere a quello che aveva visto ed aveva pensato, "Quando è successo e perché non ne so niente?". Quindi era venuto ad indagare quella notte, solo per vedere cosa fosse successo. È stato così divertente parlare con lui. Disse che sembrava veramente il luogo dello schianto di un aereo.

Row Bowman
Quell'episodio, a parte lo schianto, era l'episodio più grande che avessi diretto fino a quel momento. Eravamo in un aeroporto, siamo andati sott'acqua, avevamo dei serbatoi, e degli hangar con l'aereo ricostruito, ed è stato talmente divertente perché stavamo girando degli episodi che andavano in onda in televisione. Avevamo Mulder e Scully che guidavano sotto un DC6. Ci sono volute due notti, fuori dall'aeroporto di Abbotsfield - è stato un record, lo so - avevamo 13 generatori, 75 4K di potenza di luci ammassate lungo la pista, 4 Condors, abbiamo illuminato più di 100 metri di pista di notte, ed avevamo un vero DC6 che doveva arrivare ed atterrare. Erano la maggior parte dei generatori che fossero mai stati usati per qualsiasi cosa nella storia di Vancouver, e stavamo facendo una serie per la TV.

John Shiban
Mi piace inserire, come ho sempre fatto, piccoli tributi alle cose che ci hanno dato l'ispirazione. Ce n'è uno in Max, credo che il nome del personaggio fosse Garrett che era una sorta di cattivo che Mulder incontra sull'aeroplano. Mi è stato chiesto di scrivere un discorso per lui e mi sono ricordato de 'Il terzo uomo', e del grande discorso che Orson Wells ha scritto per Graham Green, o qualcosa che ha scritto Orson Wells, quando è sulla ruota panoramica e dice, "Guarda quei puntini laggiù, le persone. Piangeresti sul serio se uno o due di quei puntini smettessero di muoversi?" È la sola giustificazione per l'immoralità di quello che sta facendo. E mi ha colpito. Oh, ecco qua la mia opportunità di realizzare finalmente quella scena.

Sono soddisfatto di aver inserito questo piccolo tributo ad una delle mie personali fonti di ispirazione.


Ottobre 1997 - Gethsemane
Scully comunica ad una commissione che Mulder è stato trovato morto nel suo appartamento a causa di un colpo di pistola apparentemente auto-inflitto sparato alla testa.


Frank Spotnitz
Gethsemane per me è un episodio molto importante e non solo perché forse ha il miglior momento culminante di tutti, l'apparente suicidio di Mulder. A questo proposito, in effetti abbiamo tentato di torturare il pubblico, perché di solito avremmo scritto 'Continua' al termine dell’episodio, ma non lo abbiamo fatto. Non c'era alcun 'Continua'. Rimaneva solo da chiedersi, questa è la fine della serie? Qualcuno al network ed allo studio era molto preoccupato che stessimo per perdere tutti quegli spettatori che avevano pensato che la serie fosse finita perché Mulder si era ucciso.

John Shiban
GethsemanePenso che il momento stesso sia incredibile, in modo particolare perché è sul viso di Scully che noi veniamo a conoscenza dei fatti, mentre lei viene ascoltata dall'FBI. Nessuno poteva far accettare un momento come quello meglio di Gillian. Anche se nella tua mente stai pensando, 'no, non puoi fare questo', non ti aiuta ed ecco che una piccola lacrima scende dai tuoi occhi.

Frank Spotnitz
Quello che mi piace in particolar modo di quell'episodio, a parte il valore del girare in un set congelato per la cava dove stavano estraendo questo supposto corpo alieno, era questa idea riguardo alla religione. Durante gli anni di lavoro su questi episodi mitologici è diventato sempre più chiaro a Chris e a me, che la ricerca di Mulder per la vita extra-terrestre era affine al tentativo di provare l'esistenza di Dio. C'è questa meravigliosa scena in quell'episodio con lui e Scully sulle scale, dove dice, "Cambierebbe qualcosa se dimostrassi l'esistenza di Dio, non è vero?" E lei risponde, "No, ci credo per fede." Questo è talmente profondo e corretto, è quello che riguarda la religione, devi crederci per fede, Dio non ha intenzione di provartelo.

È in momenti come questo che la mitologia diventa emozionante.


Ottobre 1997 - Redux
Mulder non è morto. In realtà, Scully sta cooperando con lui per catturare la fonte della cospirazione nell'FBI.


John Shiban
Penso che la complessità dell'anno seguente, quando torniamo con il doppio episodio, Redux I e Redux II, abbia funzionato. Quello che penso abbia giustificato, o ci abbia permesso di cavarcela, era che Scully vi fosse coinvolta. Non abbiamo ingannato Scully, e quindi non ingannando Scully, penso che alla fine il pubblico ti perdoni per questo perché vede cosa succede, vede il motivo per cui lei fa quello che fa, il motivo per cui Mulder fa quello che fa. Quello che sto dicendo è che non penso che fosse uno scherzo così brutto. Penso che in realtà fosse una cosa profonda ed è stato un momento grandioso.

Frank Spotnitz
Penso che Redux e Redux II hanno avuto molto successo, specialmente Redux II, perchè ha questo bel trio di idee. È questo trattamento medico, è la fede religiosa, o è il chip che fornisce l'Uomo che Fuma che porta alla remissione del cancro di Scully? Non lo sai, e mi piace il ruolo che queste tre idee hanno nella storia.

Chris Carter
Prende l’idea della serie e la spinge in una direzione più interessante.
Redux II
John Shiban
Abbiamo sempre cercato di scrivere storie con una, due o tre opzioni che il pubblico potesse prendere come buone.

Non mostri mai al pubblico qualcosa di definitivo in una situazione come quella, così mantieni il mistero, ed ironicamente rispecchia anche la vita reale. Leggi il giornale e questo può essere soggetto a diverse interpretazioni.

Frank Spotnitz
L'episodio che porta alla perdita di fede di Mulder per tutta la stagione è qualcosa che, anche se la proponiamo più volte negli episodi mitologici, le persone non possono accettare. Non possono accettare che Mulder perda la sua fede negli alieni, che l'Uomo che Fuma si sia liberato di lui, ma è quello che abbiamo fatto in questi due episodi con successo. Questa è stata probabilmente l'ultima stagione in cui potevamo scrivere delle storie che iniziavano con l'attaccare il cuore della mitologia.


Maggio 2001 - Vienen
Mulder e Doggett vengono inviati insieme, controvoglia, ad indagare su alcuni decessi avvenuti a bordo di una piattaforma petrolifera. Mulder si convince che la piattaforma in realtà contenga l'olio nero alieno.


John Shiban
Quello che è grandioso da un punto di vista visivo, con l'olio nero, è che è un effetto incredibile, non poi così difficile da realizzare, e ci ha permesso di giocare con una classica domanda, di chi mi posso fidare tra questi ladri di corpi? Sei stato preso o no? Non puoi dirlo fino a quando i tuoi occhi non diventano neri mentre questa cosa è dentro di te. Poi quando ha finito con te, hai una scena grandiosa dove qualcuno lo fa fuoriuscire da tutti gli orifizi, ed è sempre divertente.