Hai dimenticato la tua password?

Aiuto!

 
X-Files - Stagione Uno (1993-1994)
 
Nelle prime due stagioni, il produttore esecutivo Carter ed i co-produttori Morgan e Wong, insieme con altri autori, aiutarono a definire la struttura dell'arco della storia dello show. La "mitologia" (the "mythology"), come viene chiamata dai produttori, parte inizialmente come la storia del governo che vuole insabbiare tutto ciò che è pertinente
Gillian Anderson in una scena di Beyond the sea

Gillian Anderson in una scena di Beyond the sea

con l'esistenza della vita extraterrestre, ed i tentativi di Mulder di scoprire il destino di sua sorella, Samantha. Egli crede che sua sorella sia stata rapita dagli alieni alcuni anni prima, quando lui era solo un ragazzo; episodio che lo ha profondamente segnato e che ha dato inizio alla sua ossessione per il paranormale. Carter stesso scrive il secondo episodio dello show dopo l'episodio pilota, Deep Throat, diretto da Daniel Sackheim. Viene introdotto un personaggio chiamato Deep Throat (in italiano “Gola Profonda”, interpretato da Jerry Hardin), il primo di diversi informatori del governo che vogliono allo stesso tempo aiutare ed ostacolare le indagini di Mulder e Scully.

Conduit, il primo di molti episodi che tratta dei ricordi repressi di Mulder del rapimento di Samantha, è stato scritto da Howard Gordon e Alex Gansa. Gordon divenne un altro scrittore/produttore chiave nei primi quattro anni dello show, scrivendo anche Fallen Angel e altri episodi nella prima stagione con Gansa. Questo episodio è centrato sugli inutili sforzi di Mulder di scoprire un UFO precipitato che è stato nascosto dal governo. Viene introdotto anche una vittima di rapimenti alieni, Max Fening, uno dei tanti personaggi eccentrici ritratti dallo show, che hanno poi avuto molto seguito. Infatti questo personaggio, interpretato da Scott Bellis, tornerà per due episodi nella quarta stagione. Ironicamente, "Fallen Angel" ha anche ricevuto la valutazione degli indici Nielsen (l’Auditel degli U.S.A.) più bassa della prima stagione. Un altro episodio scritto da Morgan e Wong, è l'episodio E.B.E, che vede Mulder e Scully seguire un altro UFO precipitato.

Carter e i suoi scrittori erano lasciati liberi di fare quello che volevano perchè la Fox si stava concentrando in quel periodo su un altro show che consideravano commercialmente più promettente. I produttori erano ancora in contrasto su alcuni episodi chiave, tra questi Beyond the sea, E.B.E. ed il popolare Ice.
 
Il problema della chiusura è stata motivo di continue discussioni con il network, perchè noi ci siamo sempre rifiutati di terminare ogni episodio con una soluzione chiara e precisa. Non puoi farlo... perchè pretendere di spiegare l'inspiegabile è ridicolo ed il nostro pubblico è troppo intelligente per questo.

Chris Carter
 
Alla fine i dirigenti della Fox cedettero e fu deciso che le storie di X-Files non avrebbero forzato la risoluzione della trama, ma sarebbero terminate con una soluzione intermedia che metteva d’accordo entrambe le parti:  la voce sovrapposta di Scully mentre lei stila il rapporto sul caso appena concluso. In seguito Carter divenne entusiasta di questa trovata.

Doug Hutchison nel ruolo di Eugene Victor Tooms in
Dough Hutchison in una scena di Squeeze

Fate attenzione a quello che può uscire dalle prese d'aria!

Squeeze, è stato il primo di molti episodi di "mostri della settimana". L'influenza di Morgan e Wong sulla mitologia di X-Files ha portato l'introduzione di popolari personaggi secondari che avrebbero continuato ad apparire per anni in episodi scritti da altri. Ad esempio come la famiglia di Scully - il padre di Dana, William (Don S. Davis), la madre Margaret (Sheila Larken) e la sorella Melissa (Melinda McGraw) – o il buffo trio dei Lone Gunmen (in italiano “Guerrieri Solitari”), chiamati così in seguito alla discussa teoria della commissione Warren riguardo l'assassinio di John F. Kennedy.

Tuttavia, il primo episodio del duo, Squeeze, non fa parte della mitologia. L'episodio introduce Eugene Victor Tooms, un elastico, divoratore di fegati mutante serial killer che emerge dal suo letargo ogni 30 anni. Dopo i primi due episodi, gli scrittori volevano ampliare il concetto di X-Files; i produttori avevano inizialmente rifiutato l'idea di Carter per una serie incentrata solo attorno a cospirazioni aliene, avendo già a quel tempo, Sightings. Squeeze diventa un modello degli episodi paranormali del "mostro della settimana" che avrebbero costituito un perno della serie. Wong e Morgan produssero più tardi un seguito dirigendo un episodio chiamato Tooms. Questo è anche l'episodio dove gli scrittori hanno dato la prima battuta all'Uomo che Fuma, ed hanno introdotto il personaggio del vicedirettore Walter Skinner (Mitch Pileggi), il superiore di Mulder e Scully. Nonostante nella prima stagione sia un personaggio di secondo piano, l'importanza del ruolo di Skinner nella storia dello show si evolverà nelle stagioni seguenti, finchè non diventerà parte integrale della trama di X-Files.
 
X-Files: Storia della serie