Hai dimenticato la tua password?

Aiuto!

 
X-Files - Stagione Quattro (1996-1997)
 
La stagione seguente inizia registrando il più alto indice d'ascolto per X-Files fino a quel momento, con Herrenvolk. Il primo episodio introduce diversi nuovi elementi alla cospirazione: le api assassine progettate per diffondere virus, i cloni e gli ibridi alieni, la Rappresentate Speciale alle Nazioni Unite Marita Covarrubias (interpretata da Laurie Holden), e la rimozione di un importante precedente personaggio. La Covarrubias diventa l'informatore di Mulder e Scully in diversi episodi, come Teliko e Unrequited. L'episodio horror Home segnala il ritorno di Morgan e Wong come autori (dopo la cancellazione della loro serie "Space: Above and Beyond").
Never Again

Il tatuaggio di Ed Jerse nell'episodio "Never Again"

Home, ambientato nella campagna della Pennsylvania, racconta la storia di una famiglia di assassini, e mettendo in risalto il contrasto tra l'orribile violenza dei protagonisti e la calma del luogo dove la storia avviene, diventa subito un successo tra i fan (autonominatisi "X-Philes") ma fa discutere l'opinione pubblica. L’ufficio standard etici della FOX, responsabile di tutte le implicazioni etiche, morali e legali legate alla programmazione televisiva, assicurò che era un raro episodio segnalato con l'etichetta "Parental Advisory" e si rifiutò di rimandarlo mai in onda, sebbene più tardi venne di nuovo inserito nel palinsesto tv.

Due importanti cambiamenti avvennero nell'autunno del 1996, durante la prima parte della quarta stagione. La nuova serie di Chris Carter, Millennium, anch'essa prodotta a Vancouver, debuttò il venerdì sera. Come risultato, X-Files fu spostato dal venerdì alla domenica sera, nell'ottica di ottenere maggior ascolto. Il primo episodio ad andare in onda in quella nuova collocazione fu Unruhe, scritto da Vince Gilligan e diretto da Rob Bowman. Fu uno degli episodi più scuri e cupi della serie, che raccontava di un uomo (interpretato da Pruitt Taylor Vince) che lobotomizzava le donne e che proiettava le sue fantasie in "pensieri fotografici". Gilligan scrisse anche Paper Hearts, un episodio coinvolgente per Mulder, collegando i ricordi del rapimento di sua sorella a  un caso che riguardava un'impenitente assassino di bambine recidivo.

Anche Wong e Morgan contribuirono, con un episodio che andava in aggiunta alla mitologia, Musings of a Cigarette Smoking Man, con riferimento alla storia Shakespeariana, che lega X-Files alle reali teorie cospirative sugli assassini di John Kennedy e Martin Luther King, ed è il primo episodio in cui non appaiono Mulder e Scully (tranne che per i flashback). La morte di Froihke, dei Lone Gunmen, fu originariamente inserita nell'episodio, prima che Carter rifiutasse l'idea, ma la scena venne comunque girata da James Wong. Chris Owens, che in seguito interpreterà altri ruoli per lo show, fa la sua prima apparizione in questo episodio come giovane Uomo che Fuma. Gli episodi Tunguska e Terma sono episodi più tradizionalmente mitologici per il periodo autunnale, nei quali che inviano Mulder e Krycek vengono mandati in un gulag Russo ed hanno a che fare con l'olio nero ed il Consorzio.

Nel mezzo della quarta stagione, gli indici di ascolto di X-Files diventano così alti come non lo sono mai stati, e dall'autunno del 1996 diventa lo show più popolare della FOX.

Memento Mori

Gillian e David nella scena finale di "Memento Mori"

Il rinnegato agente Alex Krycek, interpretato da Nicholas Lea, era centrale nella mitologia di X-Files. Molti episodi della quarta stagione si basano sui personaggi della serie, come The Field where I died e Demons, entrambi riguardanti i tentativi di Mulder di recuperare il suo passato, o le sue vite passate.

Never again, l’ultimo episodio scritto da Morgan e Wong per questa serie, è basato sulla vita personale di Scully, con Jodie Foster (grande ed illustre fan dello show) che fornisce la voce al tatuaggio. Per questo episodio era originariamente prevista una collaborazione con il regista Quentin Tarantino, al quale però non venne concesso il permesso di lavorare per il network televisivo in quanto non era membro della Directors Guild of America. L'episodio alla fine fu diretto da Rob Bowman. La FOX ottenne il diritto di trasmettere il trentunesimo Super Bowl nel Gennaio del 1997 ed inserì nel palinsesto X-Files nella fascia oraria successiva. Come risultato, Never again venne spostato alla settimana seguente, e Leonard Betts, un classico episodio con il mostro della settimana, riguardo un paramedico (interpretato da Paul McCrane) che viene decapitato e che è in grado di rigenerare il suo corpo, ottenne l'ambìto posto (gli episodi di X-Files erano spesso mandati in onda senza tenere conto dell'ordine in cui venivano prodotti). Leonard Betts divenne l'episodio di X-Files più visto di tutti i tempi, con un indice Nielsen del 17.2 ed uno share del 29%. Era anche il primo episodio scritto dal gruppo di Vince Gilligan, John Shiban e Frank Spotnitz, responsabili in seguito di molti episodi dell'ultima era.
La data di trasmissione di Leonard Betts diventa importante visto che la scena finale dell'episodio è fondamentale per il proseguio dell'arco della mitologia dello show, e porta direttamente agli eventi di Memento Mori, nel corso del quale viene rivelato che Dana Scully ha contratto un cancro inoperabile al cervello.

Quando venne originariamente trasmesso, tuttavia, l'episodio Never again venne inserito tra i due episodi descritti in precendenza, suggerendo che il comportamento di Scully in quell'episodio era dovuto alla sua diagnosi; Gillian Anderson disse che avrebbe interpretato il ruolo in modo completamente differente se fosse stato realmente così. Tuttavia, il lavoro di Gillian durante la storia del cancro sviluppata nella quarta stagione venne elogiato. Vinse un Emmy nella categoria Outstanding Lead Actress in una serie drammatica nel 1997, così come il suo secondo Screen Actors Guild Award ed un Golden Globe. Memento Mori fa affidamento su una commovente voce fuori campo, una tecnica che venne usata più spesso all’interno dello show negli anni successivi, mentre Scully combatte con la sua malattia e allo stesso tempo indaga sulle sue origini, portandola indietro fino al suo rapimento. Mulder, Skinner e l'Uomo che Fuma vengono coinvolti in modo drammatico e sono protagonisti in seguito di un episodio Zero Sum, uno dei pochi che non prevede il coinvolgimento di Gillian Anderson, anche se gli eventi sono dovuti al peggiorare delle condizioni di Scully, oltre che ai piani del Consorzio per la diffusione delle api assassine.
Una volta che Scully ha contratto il cancro, continua a lavorare come partner di Mulder indagando sugli X-Files, apparentemente debilitata solo da occasionali perdite di sangue dal naso, sebbene il tema della mortalità torni di nuovo in Elegy nel seguito della stagione.

Small Potatoes

Tu non sei Mulder!

Nel frattempo, vengono prodotti episodi notevoli come il doppio Tempus Fugit e Max, nel quale torna brevemente Max Fening di Fallen Angel, mentre gli agenti indagano su un misterioso salto temporale avvenuto durante un incidente aereo.

Nel mezzo di quello che viene considerato l'anno più cupo dello show, Small potatoes fornisce un tono più leggero. L'episodio è stato scritto da Vince Gilligan, e Darin Morgan, prima di andarsene, ci lascia il personaggio di Eddie Van Blundht, un mutaforma che descrive se stesso come un "perdente" e che diventa il centro delle indagini di Mulder e Scully in una cittadina del West Virginia dove nascono bambini con la coda. La scena finale dell'episodio fornisce agli "shippers" (i fan che sono a favore di una relazione sentimentale tra Mulder e Scully) la visione di "Mulder" e Scully finalmente insieme tramite l'utilizzo del mutaforma.

La stagione quattro termina con Gethsemane, con un finale aperto dove sembra che uno dei personaggi principali stia per morire mentre l’altro rimanga ucciso dopo aver visto cadere le proprie convinzioni come un castello di carte.
 
X-Files: Storia della serie