Le fanfic di X-Files

Bring me to life

Dead Alive, ultima scena..
Autore: Anascully69
Pubblicata il: 25/09/2009
Tradotta da: Angelita
Rating: G, per tutti
Genere: ANGST, MRS/RSM
Sommario: Dead Alive, ultima scena..
Note sulla fanfic: Secondo come dicono, le persone che sono in coma sentono quelli che stanno intorno e questo Ŕ quello che ho fatto nella prima parte del racconto, sono i pensieri di Mulder mentre Ŕ in coma. Poi dopo Ŕ quando si sveglia. Io come x-fila spagnola non ho visto Dead Alive ma da quando ho sentito la canzone degli Evanescence mi sono ripromessa di scrivere un racconto su quest'episodio e la canzone e sta qui. E' un racconto abbastanza corto.

Archiviazione:
Disclaimer: Gli scritti pubblicati in questo sito sono di esclusiva proprietÓ degli autori. Beyondthesea.it non Ŕ in alcun modo responsabile degli scritti suddetti e dei loro contenuti. Gli autori, pubblicando le loro opere, si assumono ogni responsabilitÓ sulle stesse. Tutto il materiale presente sul sito non pu˛ essere riprodotto in mancanza del consenso del proprietario dello stesso. Questo sito non ha fini di lucro. I personaggi presenti nelle storie pubblicate sono di proprietÓ dei rispettivi autori e dei titolari del copyright.

Sono nella più completa oscurità, senza vedere il tuo volto. Ma a volte ti sento, a volte avverto la tua presenza
Sento come mi accarezzi la mano. Sento come mi baci la guancia. Sento come t'appoggi a me.
Ti sento.
Ti sento piangere, sento che mi parli.
Ora con più frequenza di prima. Prima era tutto silenzio, quiete. Ma ora sento te. Anche Skinner e altra gente di cui non voglio sapere niente, voglio ascoltare solo te.
Oh, Scully: Di il mio nome e salvami dall'oscurità, di al mio sangue di fluire prima che mi distrugga, salvami dal nulla che sono diventato. Riportami alla vita.
Sento il rumore delle macchine che mi tengono in vita, sento il mormorio della gente che va e viene. Non so dove sono, so solo che a volte sei vicino a me.
Quando non ci sei mi sento perso. Tu sei la luce che mi guida nel buio.
Congelato dentro, senza il tuo amore, senza le tue carezze. Tu solo sei la vita oltre la morte.
Ora so cosa sono senza di te.
Soffia su di me e fammi diventare reale, restituiscimi alla vita.
Tu solo hai potere su di me. Di il mio nome e salvami dall'oscurità
Non posso credere che in tutto questo tempo non ho potuto vedere, stavo nel buio, ma tu eri lì.
Senza un pensiero, senza una voce, senza un'anima, non lasciarmi morire qui, ci deve essere altro.
Sento una tua carezza sulla mano e avverto come mi baci sulla bocca.
Una tua lacrima mi cade sul viso. Questo sembra portarmi dove sei tu.
Pronunci il mio nome e basta questo perchè mi svegli dall'oscurità nella quale ero immerso.
Apro a poco a poco gli occhi.
Ti vedo.
Sembri un angelo sceso dal cielo con il proposito d'aver cura di me. Tu sei sempre stata il mio angelo custode.
Non hai parole per esprimere quello che senti e mille emozioni ti passano sul viso.

-Ciao.

Ti scappa un sorriso e questo mi riempie di soddisfazione. Hai sofferto molto per riportarmi nel mondo dei vivi. Io devo ripagartelo in qualche modo.

- Chi sei?

Il tuo viso riflette panico ma io lo distruggo con un sorriso. Questo ti fa sentire sicura e tranquilla.

-Oh Dio. Non farmi questo.

Ci guardiamo con lo stesso sguardo che ci scambiammo il giorno che sono scomparso. D'amore. Di rispetto. Di felicità.

- Hai idea di quello che hai passato?

Certo che ne ho idea. Ho passato i peggiori momenti della mia vita non tenendoti con me. A parlarmi. Ad appoggiarmi. Non avere questa sicurezza con me mi faceva sentire vulnerabile davanti a tutto. Incluso la morte.

- Solo quello che vedo sul tuo viso- mi baci la spalla- Qualcuno ha sentito la mia mancanza?

Ridi per quello che ho appena detto. Sono tornato. Se sei con me sono quello di sempre. Tu sei la metà che mi mancava. Se tu non ci sei io muoio, ma se tu ci sei non morirò mai.
Ti appoggi al mio petto e chiudi gli occhi sentendoti sicura. Anch'io li chiudo per mettere i miei cinque sensi nelle carezze che mi fai sulla mano.
Questo che è successo è una prova che saremo sempre insieme. E' il destino. Quello su cui abbiamo filosofato sul divano della mia casa è diventato realtà
Tu sei il mio destino ed io sono il tuo.
Torna all'inizio Sfoglia l'archivio