#11X04 The Lost Art of Forehead Sweat - L'effetto Mandela

#11X04 The Lost Art of Forehead Sweat - L'effetto Mandela
di Darin Morgan
diretto da Darin Morgan


Esplorando l'idea dell'effetto Mandela, in cui molte persone ricordano versioni alternative di una storia, Mulder e Scully vengono a sapere come gli X-Files possano aver avuto origine

L’episodio si apre in bianco e nero. Un uomo si trova in una tavola calda. Parla con il cameriere in modo agitato. Sostiene di aver visto i marziani e fornisce una loro descrizione. L’uomo si specchia e scopre che il suo riflesso è quello di un alieno. Anche il cameriere si rivela essere una creatura soprannaturale.

E’ notte. Mulder rientra a casa giusto in tempo per ricevere una telefonata di Scully. Più tardi, Mulder arriva nel parcheggio sotterraneo dell’FBI dove un uomo lo sta aspettando, sgranocchiando semi di girasole, nascosto dietro una colonna. Mulder sostiene di non conoscerlo, ma l’uomo, pelato e con la fronte imperlata di sudore, sostiene di aver scoperto una grande cospirazione. Mulder sembra essere una vittima di questa cospirazione dato che non si ricorda di conoscerlo. Un uomo in giacca e cravatta scende le scale del parcheggio. L’interlocutore di Mulder sparisce all’improvviso.

Più tardi, Mulder è a casa e sta cercando tra le sue vecchie VHS l’episodio “Il marziano perduto” della serie televisiva “Ai confini della realtà”. L’uomo nel garage aveva sostenuto che non esistesse, nonostante Mulder si ricordasse di averlo visto. Scully è incredula e non vede l’ora di uscire a cena con Mulder. La ricerca di quell’episodio è talmente importante che Mulder annulla l’appuntamento.

Più tardi, anche Scully incontra l’uomo misterioso in un parcheggio sotterraneo. L’uomo sostiene che qualcuno sta tentando di cancellarlo e chiede a Scully di aiutarla a trovare sé stesso. L’uomo lascia a Scully una scatola di gelatina. Le dice di prendere da lì le sue impronte. Un attimo dopo, alla vista di due uomini in giacca e cravatta che entrano nel parcheggio, l’uomo fugge.

Il giorno dopo, in ufficio, Mulder e Scully parlano dell’uomo misterioso. Scully racconta a Mulder dei ricordi d’infanzia legati a quella particolare marca di gelatina che, nonostante tutte le sue ricerche, non aveva più trovato da nessuna parte. Mulder menziona l’effetto Mandela (quando si ha un ricordo di qualcosa che non è condiviso dalla maggioranza, o non è successo davvero). L’uomo misterioso sembra conoscere alla perfezione i ricordi di Mulder e Scully. I due decidono quindi di incontrarlo la sera stessa, nel solito parcheggio.

L’uomo dice di chiamarsi Reggie “Qualchecosa”. Reggie sostiene di essere vittima dell’effetto Mengele, del tutto simile all’effetto Mandela che – lui sostiene – Mulder ricorda erroneamente proprio a causa dell’effetto Mengele. Questo effetto sarebbe stato orchestrato da un uomo al solo scopo di controllare il futuro. Scully dice che non esiste alcun effetto Mandela, o Mengele, mentre Mulder pensa che questa potrebbe essere la prova dell’esistenza di universi paralleli. Reggie sostiene che un certo dottor Lui, un neuro scienziato in grado di manipolare la memoria collettiva, abbia cancellato le prove del suo passaggio al liceo.

Da un video racconto che Reggie mostra a Mulder e Scully, veniamo a sapere che il dottor Lui è in grado di manipolare ricordi selettivi delle persone. Reggie sostiene di essere stato a Grenada durante l’invasione degli Stati Uniti, così come il dottor Lui, e racconta di aver visto un alieno, che poi è stato rapito da uomini del governo USA, nell’ospedale in cui lavorava. A sorpresa, Reggie racconta di aver aperto gli X-Files proprio per risolvere il mistero di quell’alieno e sostiene di aver lavorato agli X-Files con Mulder e Scully per molto tempo. Ovviamente, i due agenti non ricordano nulla in merito. In quel momento, due uomini in giacca e cravatta entrano nel parcheggio e Reggie fugge via correndo.

Tornato in ufficio, Mulder riceve una telefonata del dottor Lui. I due si incontrano in un parco pubblico. L’uomo dice a Mulder che in un mondo popolato di notizie fasulle e non verificate spacciate per verità assolute, non c’è più neanche bisogno di controllare la mente delle persone, dato che ormai tutti credono a quello che vogliono.

Mulder e Scully incontrano di nuovo Reggie nel parcheggio dell’FBI. Scully è risalita alla sua vera identità dall’annuario scolastico. Reginald Murgatroid, questo il suo vero nome, dopo essere stato a Grenada arruolato nell’esercito, ha ricoperto vari ruoli in diversi uffici federali fino all’anno precedente, quando è stato ricoverato in un istituto in seguito ad un esaurimento. Prima di essere portato via dagli addetti dell’istituto, Reggie racconta a Mulder e Scully del loro ultimo caso insieme.

Mulder, Scully e Reggie hanno incontrato un alieno appartenente alla stessa specie di quello visto da Reggie a Grenada trentacinque anni prima. L’alieno ha rivelato ai tre che il suo popolo, dopo anni di osservazione, ha deciso di non volere più avere niente a che fare con gli umani. Prima di andarsene, l’alieno ha consegnato a Mulder un libro con tutte le risposte alle domande che gli esseri umani si pongono da sempre. Mulder è sconvolto. La risoluzione a tutti i misteri esistenti segna la fine degli X-Files.

Il racconto di Reggie termina e torniamo nel garage. I portantini caricano l’uomo sull’ambulanza e partono. Proprio in quel momento Skinner entra nel parcheggio e chiede a Mulder e Scully dove stiano portando Reggie. I due si guardano perplessi.

Più tardi, a casa, Mulder finisce di guardare l’episodio di “Ai confini della realtà” che considerava perduto. Racconta a Scully di aver scoperto che si trattava di una scopiazzatura della sua amata serie, intitolato “Regno delle Tenebre”. Scully nel frattempo ha cucinato la sua amata gelatina. I due si siedono sul divano e sono pronti ad assaggiarla. Un attimo prima di mettere in bocca il cucchiaio, Scully si ferma e cambia idea. Confida a Mulder di non voler rovinare i ricordi che quella gelatina le portano alla mente. Vuole ricordare tutto come era allora.

 
Attori Protagonisti
DAVID DUCHOVNY - Agente Speciale Fox Mulder
GILLIAN ANDERSON - Agente Speciale Dana Scully
MITCH PILEGGI - Walter Skinner

Attori Co-Protagonisti
Brian Huskey - Reggie Something
Stuart Margolin - Dott. They
Dan Zukovic - Martin
Bill Dow - Pangborn 

Trasmesso la prima volta in TV
USA 24/01/2018
Italia 19/02/2018
11X04 The Lost Art of Forehead Sweat #12
617 click
11X04 The Lost Art of Forehead Sweat #11
315 click
11X04 The Lost Art of Forehead Sweat #10
308 click
11X04 The Lost Art of Forehead Sweat #9
312 click
11X04 The Lost Art of Forehead Sweat #8
397 click
11X04 The Lost Art of Forehead Sweat #7
341 click
11X04 The Lost Art of Forehead Sweat #6
304 click
11X04 The Lost Art of Forehead Sweat #5
401 click
11X04 The Lost Art of Forehead Sweat #4
543 click
11X04 The Lost Art of Forehead Sweat #3
258 click
11X04 The Lost Art of Forehead Sweat #2
275 click
11X04 The Lost Art of Forehead Sweat #1
320 click
"L'effetto Mandela" ha bisogno di te!
Purtroppo non siamo ancora riusciti a trascrivere questo episodio.
Vuoi provare a farlo tu? Fantastico!
Ti basta inviare una mail all'indirizzo beyondtheseait@gmail.com e ti spiegheremo cosa fare.
Condividi #11X04 The Lost Art of Forehead Sweat - L'effetto Mandela
IN BREVE

[Scully] Non può essere un episodio così bello!
[Mulder] Senti, non si tratta dell'episodio, Scully. Si tratta del ricordo della prima volta che ho visto "Ai confini della realtà". Mi ha cambiato. E' una cosa che non si scorda. Avevo 8 anni, i miei mi avevano fatto stare alzato fino a mezzanotte perché a quei tempi andava in onda la sera tardi su un canale locale. Lo ricordo perfettamente, è come se lo avessi appena visto.

[Reggie] È ora di affrontare la realtà, è la fine degli X-Files. Ma forse il punto non era trovare la verità, ma trovarci l'un l'altro. Non importa dove ci porterà la vita. Avremo i ricordi dei nostri giorni insieme e quelli nessuno potrà portarceli via, o modificarli a tal punto da farci dubitare che sia mai successo.

[Scully] Mulder, sono io. Ma dov'eri finito? Ti ho cercato tutto il giorno.
[Mulder] Stavo abominevolando.
[Scully] Cosa?
[Mulder] Cercavo l'abominevole uomo delle nevi.

[Scully] Non voglio rovinarmi il ricordo. Voglio ricordare tutto come era allora.


 
STAGIONE 11
 
BOX STAGIONE 11
Compra il cofanetto della stagione 11 di X-Files in DVD

Compra il cofanetto della stagione 11 di X-Files in Blu-Ray
 
STAGIONI E FILM
TRASCRIZIONE EPISODI
Anche tu puoi diventare una parte attiva di Beyond The Sea e contribuire a far crescere la nostra guida ad X-Files aiutandoci a completare le trascrizioni degli episodi.
Collabora con Noi