Il ritorno di 'X Files'. Misteri senza amore

ROMA - Gli internauti patiti di X-Files hanno un chiodo fisso: Scully bacerà mai l'agente Mulder? Insomma i due avranno una storia sentimentale? L'autore e produttore della fortunata serie televisiva, Chris Carter, aveva promesso in una intervista che ci sarebbe stato qualche 'cedimento', però non tra i due, ma con altri partner, seppur ugualmente affascinanti. "Non sia mai" hanno risposto i navigatori-telespettatori "nessuna interferenza romantica esterna; lasciamo le cose così come stanno, solo cameratismo". E dunque non c'è niente da fare, nemmeno nella nuova serie che partirà il 22 settembre, ogni domenica su Italia 1 alle 20.30, i due detective del 'terzo tipo' si scambieranno effusioni durante il lavoro. Anche perché i nuovi episodi del telefilm-cult non lasceranno loro troppo spazio per la vita privata. I nuovi nemici di Fox Mulder (David Duchovny) e Dana Scully (Gillian Anderson) infatti non sono più soltanto extraterrestri e vampiri; dietro delitti di serial killer e reincarnati si nascondono entità che tramano nell'ombra, che coprono e insabbiano prove fondamentali. Che uccidono per non far sapere. Si muovono in anticipo, sanno tutto prima; non hanno scrupoli, né, ovviamente, carta d'identità. Ufficialmente non esistono, ufficiosamente sono dappertutto. E l'Fbi ha una sola missione, smascherarli per sopravvivere. Mai come in questa nuova edizione vale il motto della coppia 'non fidatevi di nessuno'. Insieme ai due detective assumeranno un ruolo fondamentale i personaggi che nelle prime due edizioni del serial funzionavano invece da comprimari. E allora ecco il vicedirettore del Federal bureau Walter Skinner (interpretato da Mitch Pileggi) che tenterà in tutti i modi di aiutarli, l'uomo 'che fuma' (William B.Davis) sarà ancora più spietato di prima, l'agente Krycek (Nicholas Lea) tornerà addirittura dal passato, con il compito di eliminare la coppia di investigatori. "Ma anche noi non saremo immuni da questo gioco delle parti" dice sibillina la stessa Anderson intervistata da TvGuide del mese di luglio, la guida americana che dedica un lungo articolo alla rossa attrice ventisettenne, che ha avuto la riconferma per altri 4 anni di X-Files. La signora confessa la sua fatica a dover restare seria durante le riprese mentre invece, spesso, si metterebbe a ridere "come una pazza". Difficile crederle visto che nelle nuove puntate che vedremo da settembre le investigazioni nelle quali resterà coinvolta sono davvero da incubo: clonazioni extraterrestri, terrificanti serial-killer che scelgono le vittime via Internet, fantasmi in cerca di vendetta, treni che scompaiono, uomini che leggono il futuro, diavoli di provincia, scarafaggi che uccidono, rapimenti alieni, teenager con poteri telecinetici, possessioni diaboliche, mostri in fondo al lago, esperimenti segreti sui piloti della Seconda guerra Mondiale. Insomma il repertorio degli orrori farà invidia a Dario Argento ma, d'altra parte, l'inventore di X-Files e i suoi sceneggiatori hanno attinto a piene mani dal magazzino dell'immaginario cinetelevisivo del passato, e del presente. 'Carrie' ,'Il silenzio degli innocenti' , 'Nightmare','Ai confini della realtà', 'La Cosa' ..., sono solo alcuni dei titoli-citazioni, senza contare 'Twin Peaks' di cui il personaggio di Mulder è il proseguimento ideal-televisivo. "Quando smetto i tailleur di Dana mi infilo scarpe con i tacchi alti quattordici centimentri" spiega Gillian Anderson su TVguide, e ci tiene a far sapere che non è così 'rotonda' come appare in video e tantomeno così seria. A riprova di questo racconta ancora una volta la sua storia di adolescente inquieta, arrestata la sera del diploma perché aveva tentato di entrare a scuola con la forza, dell'orecchino al naso e del suo delirio punk. Adesso Gillian la rossa quando è libera dagli orrori che le capitano in X-Files si occupa di Piper, la sua primogenita.

 

 

articolo visto 830 volte
Condividi 'Il ritorno di 'X Files'. Misteri senza amore'