Jimmy, fate spazio per David Duchovny

Arriva Californication, la serie che ha rilanciato David Duchovny. Ed ecco anche le altre novità per febbraio

Non è una serie di fantascienza, ma molti nostri lettori ne apprezzeranno comunque l'arrivo, sia perché si tratta comunque di un telefilm molto brillante e gradevole, sia perché il protagonista è interpretato dal redivivo David Duchovny, l'indimenticato Fox Mulder di X-Files. Proprio grazie a questa parte Duchovny ha ricevuto nei giorni scorsi il suo secondo Golden Globe.

Il suo nuovo personaggio è quanto di più distante di possa immaginare dal precedente. Se Mulder era freddo e distaccato, tanto occupato a dare la caccia agli alieni da impiegare dieci stagioni prima di convincersi a baciare la collega, Hank Moody beve, fuma marijuana e cerca di dimenticare con massicce dosi di sesso sfrenato le sue frustrazioni di scrittore famoso.

Al suono di quello che potrebbe essere “fornicare sotto i cieli della California”, i primi episodi di Californication in America sono andati in onda sul network Showtime e hanno fatto scalpore, dividendo la critica ma entusiasmando il pubblico, cosa che ha indotto a metterne subito in cantiere la seconda stagione.

I primi 12 episodi della serie andranno in onda du Jimmy (Sky canale 140) dal 6 marzo, ogni giovedì alle 21.00, in doppio audio.

Sempre su Jimmy continua il ciclo di film fantastici Wonder Stories: in febbraio verranno proposti Heavy Metal (1981), Capitan Nemo Missione Atlantide (1978), Il signore delle illusioni (1995) di Clive Barker e Ultimatum alla Terra (1951) di Robert Wise.

Continua naturalmente la programmazione di Babylon 5 (terza stagione) e di Star Trek Voyager (sesta stagione) e Enterprise (terza) in notturna e di Spazio 1999 (seconda stagione) alla domenica in prima serata.

Torna invece e questa volta in prima serata Torchwood con la replica della prima stagione che questa volta invece di andare in notturna va in prima serata al lunedì alle 21.

 
 
FONTE: Corriere della Fantascienza (ITA)

 

articolo visto 920 volte
Condividi 'Jimmy, fate spazio per David Duchovny'